Ci sono diverse credenze legate ai capelli, alla perdita dei capelli e alla calvizie, alle sue cause e concause, e alla sua relazione con la virilità, l’intelligenza, l’etnia, il tipo di professione, la classe sociale, il benessere, etc..

Tutte le leggende metropolitane sono da considerarsi, come tali, sempre false e prive di fondamento scientifico, ma alcune di esse possono basarsi su un grado di verità.

Una è per esempio quella relativa al fattore ereditario. Si suole raccontare che la calvizie si eredita dal padre della propria madre. Certamente, questo può accadere, ma la scienza suggerisce che il gene dei recettori androgeni, che è significante nel determinare la possibilità di calvizie, è sempre ereditato dal lato della madre negli uomini.

Tuttavia la ricerca mostra anche che una persona con un padre calvo ha una propensione notevolmente maggiore di diventare calvo. Gli uomini i cui padri sono affetti da alopecia hanno, per esempio, una probabilità quasi tre volte maggiore di essere soggetti a calvizie, a prescindere quindi dal lato materno.

Un’altra diceria attiene al fatto che gli atleti che fanno sollevamento pesi o altri sport siano soggetti a calvizie, se predisposti. Benché studi scientifici supportino una correlazione tra esercizio fisico e testosterone, attualmente non esiste un collegamento tra esercizio fisico, anche intenso, e calvizie.

Nell’articolo sotto riportato Tricomedical | Centro Medico Tricologico Milano risponderà a diversi quesiti, spesso sollevati dagli stessi pazienti, alcuni dei quali possono ritenersi indubbiamente falsi e alcuni dei quali, al contrario, sono veri e scientificamente provati.

 

Check up gratuito